Benvenuti nel sito ufficiale della A.s.d. Baseball Novara 2000

26 luglio 2014
by Redazione
Commenti disabilitati

Perchè ci sia chiarezza, sin da ora e fino all’ultima parola.

Nel pomeriggio di oggi la mail del Baseball Novara è stata raggiunta dalla presente mail proveniente dalla Commissione Organizzazione Gare:

“In relazione alla decisione del Consiglio Federale del 23 luglio u.s. , sulla base del ricorso gerarchico presentato dalla Società  ASD BASEBALL NOVARA 2000 e dal momento che la Società REBECCHI PIACENZA  non ha rinunciato alla partecipazione ai Play off, ma ha richiesto di partecipare alla Coppa Italia, i Play off del Campionato di Serie A Federale e la relativa Coppa Italia sono disputati secondo quanto disposto dalla CAA 2014; per cui la Società REBECCHI PIACENZA  partecipa ai Play off di Campionato e la Società ASD SENAGO MILANO UNITED partecipa  alla Coppa Italia.

Si allegano i calendari visibili anche sul sitowww.fibs.it

Cordiali saluti.

Stefano Pieri

Responsabile COG di Categoria”

Seguiva immediata una mail del Baseball Novara inviata alla C.O.G., alle Società sportive interessate dal Girone A di Coppa Italia e dal Girone 1 Playoff Serie A con la quale si  chiariva senza possibilità di equivoco che il Ricorso Gerarchico al Consiglio Federale proposto dal Baseball Novara NON CONTENEVA alcuna richiesta di reimmettere Piacenza Baseball nel Playoff Serie A 2014  e NON CONTENEVA  alcuna richiesta di reimmissione di Senago Milano United nella Coppa Italia 2014, conseguenze che nemmeno derivano dalla applicazione del Regolamento Attività Agonistica e dalla Circolare Agonistica.

Come era possibile constatare dalla lettura dell’allegato Ricorso che veniva allegato alla mail.

Il ricorso è stato dettato dalla Comunicazione Ufficiale  COG  ricevuta da tutti , presente nel testo inviato al Consiglio Federale e ancora visibile sul sito FIBS   http://www.fibs.it/it-it/Serie-A-di-baseball-calendari-della-post-season.aspx  ove si  chiariva che il Piacenza Baseball aveva  rinunciato a prendere parte alla Post Season. Si segnalava che nessuna mail di rettifica, al pari di quella de Novara,  risulta inviata dal Piacenza Baseball a fronte dello scritto diramato dalla COG.

Nel redigere l’atto il Baseball Novara  si è attenuto al richiamo delle norme di cui al Regolamento Attività Agonistica in punto Rinuncia alla Post Season (art. 3.40)

3.40 Rinuncia nelle fasi finali

Le società che hanno acquisito il diritto di partecipare ai play Off, e in generale alle fasi successive alla regular season, possono rinunciare entro il termine stabilito dagli Organi competenti per quel campionato, senza incorrere in alcuna sanzione.

Tale rinuncia scritta dovrà essere inoltrata, tramite raccomandata e anticipata via fax, all’Organo medesimo e per conoscenza alla C.O.G., nei termini stabiliti.

La società chiamata a sostituire la società rinunciataria sarà la prima che accetti, tra quelle interpellate, cominciando da quella che segue immediatamente dopo in classifica la società che ha rinunciato.

e alla Circolare Agonistica Serie A 2014 – Coppa Italia.

Il Regolamento Attività agonistica parla chiaro e quando una squadra rinuncia al diritto di partecipare al play off non è in alcun modo ammessa ad altre manifestazioni successive alla regular season.

Infatti, la partecipazione alla Coppa Italia Serie A 2014 è determinata dalla Classifica finale dei Gironi A, B e C della Regular Season e ne costituisce “fase successiva”

La CAA Serie A 2014 è altrettanto chiara sul punto:

La Coppa Italia si disputa su due fasi:

1ª FASE

2 gironi a 6 squadre definiti per sorteggio e il calendario sarà fatto dalla COG di Categoria.

Girone 1 5ª Class – 6ªclass -6ª Class – 7ªclass -8ª Class – 8ªclass

Girone 2 5ª Class – 5ªclass -7ª Class – 7ªclass -8ª Class

Il fatto che le migliori classificate di Regular Season partecipanti alla Coppa Italia siano – per norma – le squadre  dal 5° rango non lascia spazio ad interpretazioni fantasiose o creative, ma solo alla constatazione di ciò che è scritto nero su bianco: nessuna squadra di rango migliore al 5° è titolata a partecipare alla Coppa Italia Serie A 2014.

La sostituzione di cui al punto 3.40 del Regolamento Attività Agonistica opera – come è scritto –  in senso ascendente e non discendente, sennò sarebbe scritto. 

Ammettendo in modo arbitrario alla Coppa Italia una formazione rinunciataria del play off si creerebbe:

a)     Un danno alla aspettativa delle formazioni titolate alla partecipazione alla Coppa Italia a giocare contro formazioni che la classifica di Regular Season pone ai livelli tecnici loro più prossimi; che è lo scopo con il quale la Federazione ha previsto la Coppa Italia 2014 di Serie A SEPARATA DAL PLAY OFF SCUDETTO : evitare che la squadra più forte si accaparri i due titoli di Campione d’Italia e la Coppa Italia, togliendo motivazioni ed obbiettivi  stagionali a squadre di levatura inferiore.

b)    Conferisce alle Società una arbitraria opportunità di abusare del proprio diritto (ed anche dovere) di partecipare al Play Off decidendo di rinunciarVi per puntare ad un obbiettivo più alla propria portata al cospetto di squadre  di classifica inferiore: chi non ha vinto la Regular Season del proprio Girone – pur essendo tutto possibile – ben difficilmente  potrà affermarsi quale Campione d’Italia.

Il Baseball  domandava pertanto al Consiglio Federale di

ANNULLARE

La  decisione/comunicazione C.O.G. del 21 luglio 2014 ore 15,46 sotto riportata

Da: COG [mailto:cog@fibs.it]
Inviato: lunedì 21 luglio 2014 15:46
A: ‘simonetti@novarabaseball.it’; ‘caglieris@novarabaseball.it’; ‘pino-gaidolfi@libero.it’; ‘dminoia@libero.it’; ‘info@piacenzabaseball.it’; ‘vincini@libero.it’; ‘info@oltretorrentebaseball.it’; ‘a.paini@comune.parma.it’
Oggetto: Coppa Italia A Federale – Girone A con gare Piacenza l sabato
Priorità: Alta

A seguito della rinuncia della Soc. Piacenza Baseball ai Play off di Serie A Federale, si rimette, in allegato, il nuovo calendario della Coppa Italia A Federale – girone A modificato rispetto al precedente in quanto la Soc. Piacenza disputa i propri incontri casalinghi su campo dotato di impianto di illuminazione.

Cordiali saluti.

Stefano Pieri

Responsabile COG A Federale

Dichiarando che il Girone A della Coppa Italia Baseball 2014 è formato dalla sole società sportive A.s.d. Baseball Novara 2000 e Ciemme Maller Oltretorrente e , preso atto dei risultati degli incontri del giorno 20 luglio 2014

Gara B00BVAA0111

A.s.d. Baseball Novara 2000 – Ciemme Maller Oltretorrente   11 – 3

Gara B00BVAA0211

A.s.d. Baseball Novara 2000 – Ciemme Maller Oltretorrente   13 – 1

Riposa Senago Milano United

Rimettere gli atti alla C.O.G. Serie A – Coppa Italia 2014 per la declaratoria del passaggio della società sportiva A.s.d. Baseball Novara 2000 alla Final Four di Coppa Italia 2014

* * * * * * *

Il Baseball Novara non ha alcuna conoscenza Ufficiale, non ha ricevuto nessuna Ufficiale comunicazione di dispositivo concernente decisioni prese dal Consiglio Federale in merito al ricorso presentato e discusso in Consiglio Federale.

Se l’esito è  favorevole le conseguenze sono a) Piacenza escluso dalla Post Season, tanto playoff quanto Coppa Italia  b) Senago Milano United al Playoff Serie A 2014  c) Novara direttamente qualificato alla Final Four Coppa Italia per riduzione a due delle squadre del Girone A di Coppa Italia. Questo era l’interesse ad agire in capo al Novara.

Fosse sfavorevole,bisognerebbe dare una bella motivazione al verdetto, perchè  torna difficile comprendere quali altre norme superino i dettati  dell’art. 3.40 RAA in materia di RINUNCIA ALLA POST SEASON e della Circolare Agonistica in punto strutturazione della Coppa Italia 2014 in base alla Classifica di Regular Season . Ed è incomprensibile come sia stato possibile riassegnare a Piacenza il titolo di partecipante al Playoff successivamente alla sua annunciata rinuncia , togliendolo al Senago Milano United che aveva accettato la partecipazione  al Playoff quando regolarmente chiamato come da art. 3.40 del Regolamento Attività Agonistica a supplire alla defezione piacentina. Cara C.O.G., cosa c’entra in tutto questo il ricorso gerarchico del Baseball Novara?

In queste cose, cara C.O.G., il baseball Novara e il suo ricorso NULLA CENTRANO ed è opportuno chiarirlo a tutti gli appassionati, senza scarichi di responsabilità.

Il Baseball Novara non ha ricevuto alcuna risposta Ufficiale  al proprio Ricorso ma solo messaggi ufficiosi post consiglio (era ormai notte) ed  echi di Corridoio raccolti stamane anche  da un giornalista novarese, messaggi ed echi che parlano di RICORSO ACCOLTO.

Quindi, Senago Milano United al Playoff, Piacenza stagione terminata per rinuncia alla post season in base all’art. 3.40 RAA.

Cosa c’entra il ricorso del Novara con la decisione diramata dalla C.O.G., che anzi si pone in senso radicalmente inverso?

* * * * * * *

E  qui andiamo a leggere cosa si scrive a casa degli altri: scopriremmo che nonostante ben tre comunicazioni C.O.G. , non vi è stata alcuna “Rinuncia” da parte del Piacenza. Anzi.

Il Piacenza Baseball dopo aver dato la stura a tutto il tourbillon di squadre in e squadre out, nella giornata di oggi si domanda dove giocherà nel week end e lo faceva  sul proprio sito.

Non è la domanda in sè a incuriosire, ma le ricostruzione della vicenda offerta al pubblico, diversa da quella del sito FIBS. Non “rinuncia”, ma “sostituzione”  quando anche il sito FIBS pubblicando come “Albo Pretorio” due comunicazioni della COG  si parla di Rinuncia..)  per i motivi tutti ben indicati, di carattere economico legati alla onerosità dei playoff.

Ma come, solo a stagione terminata ci si rende conto che i Playoff per le squadre del Girone A mescolate a formazioni del Girone C sarebbero stati più onerosi – quanto a possibili trasferte e in particolare per la quarta classificata – della Regular Season  che per Piacenza consistono in 4 trasferte da 65 km a Parma, 2 da 90 km a Bollate e Senago, 1 da 120 km a Novara? E i giocatori stranieri? Non sono un costo da ponderare? Te li permetti in Regular Season e ti lamenti dei costi di playoff?

Morale della faccenda: per motivi suoi  Piacenza ha messo in moto una giostra ove al termine della corsa si chiede “smarrito” dove  giocherà sabato o domenica ( e siamo a venerdì) e contro chi giocherà. Lamentandosi poi del mal di testa e dando la colpa dell’emicrania alla FIBS che le ha ridato i playoff  richiamandoli al  Senago Milano United che dal proprio sito www.senagobaseball.it  espone , con giustificata amarezza, una diversa ricostruzione della vicenda.

DAL SITO http://www.piacenzabaseball.it/news.html

Playoff o Coppa Italia? La questione sta diventando un vero dilemma per la Rebecchi Nordmeccanica che, alla luce dei risvolti scaturiti nel tardo pomeriggio di ieri, allo stato attuale delle cose non sa ancora contro chi dovrà giocare domani nel turno di campionato al De Benedetti. Come noto la settimana scorsa la Federazione, con tanto di garanzie personali del Presidente,  aveva avallato la richiesta del Piacenza di partecipare alla Coppa Italia in luogo dei play-off conquistati sul campo. All’origine della richiesta l’onerosità economica dei play-off che avrebbero potuto protrarsi anche fino agli inizi di ottobre. E meno male che Senago, quinta classificata nel girone e quindi prima esclusa, aveva accettato di prendere il posto di Rebecchi Nordmeccanica nei play-off. Tutto a posto quindi! Ed invece no….perchè nel Consiglio Federale di ieri l’altro è stato ribaltato  il tutto spiegando che un avvicendamento del genere tra Piacenza e Senago non era consentito dal regolamento. Un’imbarazzante dietrofront federale che a poche ore dal turno di campionato ha gettato le parti in causa in un vero e proprio stato confusionale. E’ probabile a questo punto che Senago torni in Coppa e per Rebecchi Nordmeccanica non resti che rassegnarsi ad una pesante parentesi di stagione infarcita di onerose trasferte in sud Italia. Se così fosse domani al De Benedetti ( ore 15,30 e 20,30) si giocherà Piacenza-Bollate viceversa si resterebbe con i piacentini in Coppa a vedersela contro Novara. Chi vivrà vedrà, ma stavolta il baseball non ha fatto bella figura e non certo per responsabilità del Piacenza.

21 luglio 2014
by Redazione
Commenti disabilitati

COPPA ITALIA SERIE A : comincia con 2 vittorie l’avventura del Novara.

Sfumato in extremis il sogno playoff, ma messa in sicurezza la salvezza (obiettivo minimo della stagione), il Baseball Novara 2000 Piemonte si è rituffato domenica scorsa nella sua postseason che si chiama Coppa Italia di serie A federale.
Alla prima fase della manifestazione prendono parte le squadre escluse dalla lotta per lo scudetto, divise in 3 gironi da 3 con incontri di sola andata che qualificheranno per il turno successivo la prima classificata e la migliore seconda dei 3 concentramenti. I piemontesi sono stati inseriti nel gruppo con Senago Milano e Oltretorrente e ieri hanno sfidato al Provini proprio i parmigiani.
Nei quattro confronti disputatisi nella regular season gli uomini di Gian Mario Costa avevano prevalso in 3 occasioni, ma si era sempre trattato di partite tirate, decise all’ultimo respiro. Nel doppio incontro di ieri, invece, i novaresi hanno fatto la voce grossa, annichilendo gli avversari con i punteggi di 11 a 3 e 13 a 1.
La squadra ospite ha tenuto botta sino al 6° inning del primo match: sino ad allora, grazie anche al giovane Pomponi sul monte di lancio (uno dei giovani protagonisti della vittoria della rappresentativa dell’Emilia Romagna nelle finali novaresi della Senior Little League Europa Africa), il tabellone del primo incontro recitava 3 a 1 proprio a favore dell’Oltretorrente, frutto in particolar modo di un inizio titubante del partente locale Mario Di Taddeo – poi lanciatore vincente del match –  che concedeva tre valide d’ingresso a Siniscalchi, Bertoncini e Mattioli con conseguenti 2 punti portati a referto. La partita proseguiva senza particolari sussulti sino al 7° attacco quando a seguito di un calo del rilievo Ghillani, sostituito dal poco convincente Bettati, il Novara realizzava un big inning da 10 punti che chiudeva il match: Bertuccelli, Pizzorni, De Maria (2 singoli nello stesso turno e 3 su 4 nel match), Barbero (un doppio da 2 RBI), Fornari e Cavicchioni colpivano ripetutamente i malcapitati pitcher emiliani, mal supportati nell’occasione da una difesa che commetteva ben 3 errori per l’11 a 3 che diventava risultato finale grazie alla solita, consueta, ottima salvezza finale del giovane Varalda.

fasi di gioco
Il secondo incontro aveva meno storia: Daniele Costa sul monte piemontese dominava totalmente il line up ospite nonostante un inizio un po’ incerto con 3 valide concesse ma nessun punto subito. I lanciatori dell’Oltretorrente, invece, non erano in giornata: il partente Piscitelli concedeva al primo inning 3 basi per ball, 2 lanci pazzi e 4 valide (Fornari, Modica, Abbrescia e Varalda) per un 5 a 0 iniziale che indirizzava il match. I vari rilievi Zanacca, Ghillani e Pinazzi non riuscivano a invertire la tendenza e i novaresi mettevano in cantiere altri 8 punti frutto di ben 14 valide complessive (rimarchevoli i doppi di Cavicchioni e Barbero e il bel triplo del giovane Abbrescia, 2 su 4 per lui), subendone solo 1 alla 4° ripresa. Ottimo il rilievo negli ultimi 2 inning del cadetto Jeremi Castro che affrontava 6 battitori lasciandone al piatto 2.
Ora per il Novara la sfida in trasferta contro Senago Milano che si prospetta decisiva per il passaggio al secondo turno della manifestazione. Gli incontri sono in programma domenica prossima al campo Carlo Tosi di Senago.

19 luglio 2014
by Redazione
Commenti disabilitati

COPPA ITALIA . Si inizia domani – ore 10,30 e 15,30 – contro l’Oltretorrente.

Si sono appena spenti gli echi della Regular Season di Serie A 2014 coi suoi verdetti e già è tempo di Coppa Italia. Domenica 20 luglio con orari alle 10,30 e 15,30 il Novara ospiterà al Marco Provini Ballpark la formazione dell’Oltretorrente, mentre domenica 27 luglio sarà in trasferta sul terreno del Senago Milano United.

A fronte di due rinunce alla partecipazione la F.I.B.S. ha modificato l’originaria struttura di suddivisione delle squadre  ammesse, che lo ricordiamo sono le formazioni piazzate dal 5° all’8° posto dei 3 gironi di Regular Season, suddividendole in tre gironi da tre squadre ciascuna. Accedono alla Fnal Four le prime classificate di ogni girone a tre di qualificazione e la migliore seconda classificata.

Questo lo schema.

Le date impegnate saranno il 19-20/07, 26-27/07 e 02-03/08; eventuali recuperi si effettueranno a partire dal 30-31/08.  
Le prime classificate di ogni girone e la migliore seconda accederanno alla Final Four così come definita dalla CAAF; previo accordo fra le società  ammesse si potrà  anticipare la disputa della Final Four al 05-06/09. 


I criteri utilizzati per stabilire la migliore seconda saranno nell’ordine: 

 a.miglior percentuale partite vinte / partite giocate; 
 b.il minor numero di punti subiti in tutti gli incontri dell’intero girone diviso il numero di riprese giocate in difesa; 
c.il maggior numero di punti segnati in tutti gli incontri dell’intero girone diviso il numero di riprese giocate in attacco; 
d.sorteggio

Inutile dire che il Baseball Novara 2000 si presenta a questa Coppa Italia forte del desiderio di ben figurare anche alla luce della inutilizzabilità per regola del lanciatore straniero, di cui il Novara ha fatto a meno nel corso dell’intera stagione consegnando la fiducia agli atleti italiani del territorio piemontese

 

 

15 luglio 2014
by Redazione
Commenti disabilitati

Il Baseball Novara chiude al sesto posto la Regular Season di Serie A

Non era auspicio campato per aria che il Baseball Novara 2000 Piemonte potesse impensierire la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza nell’ultima giornata del campionato di serie A federale nonostante le motivazioni in casa delle due formazioni fossero ben diverse.
I ragazzi di Gian Mario Costa, nonostante non avessero più nulla da chiedere al torneo, non sono stati infatti vittime sacrificali degli emiliani, in lotta invece per un posto nei playoff (centrati a scapito del Senago Milano proprio grazie ai successi ottenuti). Le due partite disputatesi sabato sono state combattute e hanno visto prevalere i padroni di casa in virtù di un maggior cinismo offensivo nei momenti decisivi e facendo leva per mantenere il vantaggio sulle qualità di un monte di lancio tra i più consistenti dell’intera serie A.
Nel primo incontro i partenti Filippo Bertolini e Mario Di Taddeo tengono abbastanza chiuso il match, eppure i piacentini, pur senza strafare, allungano costantemente siglando un punto al 2° inning (Cetti, doppio, Capra e Carini, due singoli, artefici della prima fuga), uno al 3° (Ferrini, doppio, spinto a punto da una volata di Murari) e uno al 5° (Berra, colpito, condotto a casa base da un doppio di Ferrini). Altri due punti decisivi al 7° attacco, frutto di due basi per ball, due colpiti e qualche scelta difesa, e il punteggio si fissa sul 5 a 0 definitivo con i piemontesi che pur battendo solo una valida in meno (tra cui il doppio del giovane Auditore) non sfruttano i 7 uomini lasciati in base. Da rimarcare in casa novarese l’esordio sul monte quale rilievo del giovanissimo Jeremi Castro, categoria cadetti partecipante al recente Torneo delle Regionie già stabilmente in Under 21, che non concede punti e realizza 2 k nella parte finale della partita.
Nel secondo incontro, invece, si sfidano Pedro Guerra e Lorenzo Tua: anche in questo caso il mancino piemontese tiene bene in mano la partita per oltre 5 inning contro il quotato sudamericano ma poi, al 6° attacco, il calo improvviso. Dopo due strike out intervallati dal doppio del solito Ferrini, arrivano una base per ball a Murari, il singolo di Cetti che sblocca il punteggio, due lanci pazzi che muovono gli uomini sulle basi, un’altra base per ball a Cammi e il doppio di Carini da 3 RBI, che mettono virtualmente fine al match. Guerra, infatti, dà poche chances ai piemontesi che riescono a toccare il rilievo Murari per il punto della bandiera all’8° inning con Pizzorni, in base su singolo, spinto a casa da un altro singolo di De Maria e dalla volata di sacrificio di Barbero, ma nel frattempo anche Costa e Visentin, sostituti di Tua, non riuscivano a mantenere a secco il tabellone del Piacenza, concedendo un punto al 7° e uno all’8° pur senza subire valide ma concedendo basi per ball e lanci pazzi sfruttati al meglio dall’attacco di casa con giochi offensivi sulle basi di cui 6 a 1 finale è la logica conseguenza finale.